Caricamento...

Lazio e Roma ai blocchi di partenza, come stanno le squadre della Capitale?


Oggi 19 settembre ricomincia ufficialmente la Serie A, con la prima giornata del Campionato 2020/21, le squadre della Capitale in questo scampolo di mercato estivo-autunnale che si prolungherà fino al 5 ottobre, hanno dato qualche ritocco alla rosa, ma vediamo come si presentano ai blocchi di partenza!

Aricomincia er campionato

All’inizio di settembre, quando tutto era finito da pochissimo tempo e quando qualcuno tra noi, beato lui, era ancora in ferie, la Lega di Serie A aveva estratto il calendario ufficiale della nuova stagione, giusto pe’ non facce sentì la mancanza. Il 19 settembre è già arrivato e ormai i motori delle squadre sono tutti avviati…anzi no, non tutti, perché la Lazio non inizierà come tutti gli altri da questo weekend, ma direttamente dal prossimo. Questo perché durante la prima giornata i biancocelesti avrebbero dovuto sfidare l’Atalanta, alla quale è stato concesso, come anche all’Inter, di posticipare l’anticipo del campionato, visti loro impegni nelle scorse competizioni europee, che le hanno viste giocare fino al 12 agosto i bergamaschi e addirittura fino al 21 agosto i milanesi. Così, questo sarà weekend di festa solamente per la squadra giallorossa e per i suoi tifosi, che potranno vedere i propri beniamini scendere in campo, purtroppo solo dalla televisione e non dallo stadio. Sì perché, causa covid, rimangono ancora quasi tutti chiusi gli stadi, eccetto quelli emiliani per le partite Parma – Napoli e Sassuolo – Cagliari, in cui potranno entrare solamente 1000 tifosi. Ma come sono messe la Lazio e la Roma per questo campionato? Per cosa potranno lottare?

Lazio, riuscirà a ripetere l’annata dello scorso anno?

La scorsa annata dei biancocelesti, eccetto l’uscita alla fase a gironi dell’Europa League, è stata veramente da incorniciare. Per un periodo nemmeno troppo breve, la Lazio è stata veramente l’unica squadra a poter contendere lo scudetto alla Juventus, sempre a pochi punti dalla vetta della classifica. La ripresa del campionato a maggio, dopo lo stop causato dalla pandemia, non ha favorito i biancocelesti, che a causa anche degli infortuni, hanno visto il loro distacco crescere sempre di più, chiudendo comunque il loro campionato al quarto posto ed entrando di diritto in Champions League.

Le aquile di quest’anno

Al momento per quest’anno la Lazio, si è mossa poco, non stravolgendo particolarmente la sua rosa. Il presidente Claudio Lotito e il direttore sportivo Igli Tare al momento hanno portato a Roma, Vedat Muriqi, attaccate classe 1994, strappato ai turchi del Fenerbahçe, il centrocampista argentino Gonzalo Escalante, arrivato a parametro zero e infine il veterano del calcio, elemento essenziale per lo spogliatoio, il portiere spagnolo Pepe Reina. Sono rientrati anche dai prestiti giocatori già visti in maglia biancoceleste, come Wallace, Durmisi e Badelj, che dovranno sgomitare per trovare posto all’interno della squadra. L’unica cessione effettuata dai biancocelesti è invece Valon Berisha, ceduto a titolo definitivo al Reims. L’unica trattativa in corso, che tiene sulle spine i tifosi biancocelesti è quella per Fares, centrocampista ora in forza alla Spal. Pochi cambiamenti dunque per la Lazio, pochi innesti per l’allenatore Simone Inzaghi, che potrà contare su una squadra già rodata, in cui inserire i nuovi acquisti.

Roma, nuova proprietà, progetto ambizioso

Per la Roma si prospetta un nuovo inizio, n’artro, si potrebbe sentir dire dalla voce dei tifosi romanisti. Ebbene sì, dopo l’era Pallotta, che a fine campionato ha fatto le valigie e s’è dato, ora tocca al nuovo proprietario Dan Friedkin. Anche lui americano, di cui abbiamo fatto conoscenza già tempo fa in un articolo, il neo patron dei lupacchiotti cercherà di riportare la Roma ancora più in alto rispetto al quinto posto dell’anno scorso. Tornare in Champions League infatti vorrebbe dire tanto per i giallorossi, che quest’anno invece, hanno centrato la qualificazione diretta all’altra competizione europea, l’Europa League

I lupi di quest’anno

La Roma sembra essere un po’ più attiva rispetto la Lazio sul mercato. I suoi acquisti sono sicuramente più conosciuti rispetto a quelli dei biancocelesti e infatti in entrata abbiamo giocatori come Kumbulla e Pedro. Il primo in arrivo direttamente dal Hellas Verona è un difensore di appena 20 anni, con grandi prospettive di crescita davanti a lui. Il secondo invece è un campione affermato, cresciuto calcisticamente nel Barcellona e maturato nel Chelsea, fino allo scorso anno. Svincolatosi dal club inglese, ha scelto la Roma come approdo per continuare a giocare ad alti livelli. Sul fronte delle cessioni invece il club giallorosso sembra essere molto più attivo, con la notizia di pochi giorni fa della cessione in prestito di Florenzi ai francesi del Paris Saint-Germain. Kolarov invece, dopo tre anni alla Roma, è stato ceduto definitivamente all’Inter, così come Patrik Schick, venduto al Bayer Leverkusen. Un’altra cessione importante è quella dell’attaccante Defrel, acquistato nel 2017 dal Sassuolo e che ora non rientra più nei piani di Paulo Fonseca. Kalinic, Zappacosta e Smalling invece, finito il loro anno di prestito, tornano rispettivamente all’Atletico Madrid, al Chelsea e al Manchester United. Su quest’ultimo però la dirigenza giallorossa, sta lavorando per cercare di far rimanere il difensore inglese ancora in forza alla propria rosa.

Insomma, dopo aver capito più o meno come saranno le squadre della capitale quest’anno, che ne dite di un pronostico per quest’anno? Dove arriveranno Lazio e Roma?

0 Commenti

Commenta