Caricamento...

Non sono solo Lazio e Roma, le squadre storiche della Capitale


La Società Sportiva Lazio e l’Associazione Sportiva Roma, sono le realtà più grandi e note del calcio romano, che da sempre e da anni militano in serie A e regalano ai vari tifosi gioie e dolori sportivi, donando sempre emozioni forti. Ma a Roma il calcio non è rappresentato solo da queste due società, per anni e ancora oggi altre piccole realtà si giocano il titolo di terza squadra di Roma, vediamo chi sono.

La Lazio, la squadra più antica della Capitale

Non ce ne vogliano i tifosi della Roma, ma effettivamente il dato è incontrovertibile, la Società Sportiva Lazio è la realtà calcistica più antica di Roma. Il nome Lazio è stato adottato per accogliere anche altre realtà invece che solo quella romana al suo interno, tanto che nel tempo questa particolarità è diventata oggetto di sfottò da parte dei romanisti, che li chiamano burini, ovvero coloro che vengono al di fuori dai confini della città. Il ricordo dei tifosi più recenti sicuramente è fisso alla squadra che tra la fine degli anni ‘90 e gli inizi del 2000 ha conquistato uno Scudetto, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Europea, guidati dallo svedese Goran Eriksson e con una squadra all’interno della quale militavano grandi campioni del calcio compreso l’attuale allenatore della Lazio Simone Inzaghi. Nel tempo le sue bandiere sono state Silvio Piola, Vincenzo D’Amico, Bruno Giordano, Giorgio Chinaglia, Giuseppe Signori, Alessandro Nesta e molti altri.

La Roma, la squadra della Lupa

Eccoci giunti alla Roma, la squadra che probabilmente vanta molti più tifosi all’interno della Capitale. È nata nel 1927 dalla fusione di altre tre squadre e ha come colori quelli tipici della città di Roma, il giallo e il rosso. Numerosi sono gli appellativi dati dai propri tifosi a questa squadra, da quello più semplice derivante dai colori sociali della squadra, giallorossi, a quelli identificativi con il simbolo della lupa, lupacchiotti; sicuramente il più iconico rimane quello de ‘a Magica. Rispetto alla Lazio ha avuto meno fortuna nelle coppe europee, vincendo però tre scudetti, uno in più della Lazio e nove Coppe Italia. Anche qui i tifosi più giovani ricordano gli anni d’oro della Roma come quelli a cavallo tra gli anni ‘90 e il 2000, con la Roma di Totti, Montella, Batistuta, Cafù e Sensi, squadra nella quale cominciava ad affacciarsi anche un’altra bandiera della Roma, Daniele De Rossi. Come giocatori simbolo del passato invece possiamo ricordare Bruno Conti, Falcao, Agostino di Bartolomei.

Le terze squadre di Roma

Il titolo di terza squadra della Capitale non è assegnato sempre alla stessa squadra, ci sono però delle società che per il loro nome e per la loro longevità sono passate alla storia di Roma. La prima tra queste è sicuramente la Lodigiani, squadra nata nel 1972 e che nei primi anni 2000 purtroppo ha terminato la sua attività. Tra i calciatori passati nelle fila dei biancorossi della Capitale troviamo Luca Toni, Christian Terlizzi e Alessandro Florenzi. La squadra giocava allo stadio Flaminio e ha vinto anche una Coppa Italia Dilettanti. Un’altra società molto importante per Roma che ha visto crescere tanti campioni è l’Almas; i biancoverdi che giocano a Ciampino sono anch’essi detentori di una Coppa Italia Dilettanti e hanno cresciuto futuri campioni come Vincenzo D’Amico, Giuseppe Giannini, Giampiero Pinzi e Lorenzo Pellegrini. Infine un’ultima squadra storica che condivide i colori sociali con l’AS Roma è il Tevere Calcio, fondata nel 1959 questa squadra oltre a vari calciatori romani diventati poi giocatori professionisti può essere ricordata anche come la squadra di Franco Evangelisti, che fu dirigente di questa società e poi divenne presidente della Roma.

E voi conoscevate tutte queste realtà del calcio romano?

0 Commenti

Commenta