Froma: i CAP di Roma addosso


Froma Brand è un brand di T-SHIRT, che sta avendo molto successo sui social. L’idea è semplice e molto accattivante, tutti i CAP di Roma su una maglietta!

Froma Brand

L’idea nasce da due giovani romani, Francesco Di Luzio e Luca Paolo Vasa, che grazie ai social stanno riscuotendo il seguito di molti romani, anche molto conosciuti come Edoardo Ferrario, Carolina Crescentini, Enzo Salvi, Gabriele Corsi, Fabrizio Colica de Le Coliche, Emma Stokholma e l’Art Director di Roma.com Leonardo Bocci, che ha intervistato i creativi di quest’idea per la rubrica “Tanto pe parlà”.

FROMA, parlaci dell’iniziativa, com’è nata?

«FROMA nasce dal desiderio di due designer, parlo di me e Luca, soci ma prima di tutto amici, di raccontare Roma e dare voce al sentimento identitario degli abitanti, che popolano i diversi quartieri e rioni della Capitale. Volevamo creare qualcosa che potesse tenere insieme le persone, che stabilisse per loro un modo di comunicare»

Ci sono tanti personaggi del Mondo dello spettacolo che hanno sposato il progetto mettendosi la vostra maglietta? Come ci sei riuscito e qual è la cosa più particolare che ti è successa con uno di loro?

«Froma appartiene a tutti noi, che abbiamo Roma nel Cuore. Ecco, il segreto è semplicemente il cuore, di tutti coloro che hanno “indossato Roma” (come recita lo slogan), volti noti e non, che ci hanno fatto emozionare, regalandoci dei feedback pubblici e privati, perché Froma unisce tutti. Un nostro piccolo merito, da designer, è stato quello di progettare un qualcosa pensato per le persone, in grado di rispondere ad un desiderio di appartenenza. Citando Bruno Munari: “Il sogno dell’artista è comunque quello di arrivare al Museo, mentre il sogno del designer è quello di arrivare ai mercati rionali.” Un aneddoto? Uno tra i tanti… L’invito al suo concerto, da parte di un cantautore che apprezziamo umanamente e artisticamente.

Cosa pensate di Roma e cosa fareste per migliorarla?

«Domanda impegnativa e che ci tocca da vicino. In quanto da designer, sentiamo forte il senso di responsabilità. Roma è una grande Città e, come tale, produce marginalizzazioni. Con Froma abbiamo cercato di unire attraverso le differenze, attribuendo dignità e importanza paritaria a tutti i quartieri e rioni della Capitale, perché Roma è bella tutta! Un concetto di comunità, inteso come recupero delle relazioni umane, per un desiderio condiviso di Città a misura d’uomo dove al centro degli interessi ci sono innanzitutto le persone»

Avete l’idea di espandervi anche in altre città?

 «A Roma, il quartiere è vissuto come se fosse un piccolo paese all’interno di una metropoli. La medesima dinamica, con caratteristiche certamente differenti, è presente in molte altre grandi Città. Crediamo sia questa la ragione per cui abbiamo avuto molteplici richieste da altre Città italiane ed estere. Oggi siamo concentrati su Roma e per il futuro preferiamo non dare troppi “indizi”… In questo anno di studio, abbiamo scoperto cose incredibili, sfaccettature di una Città, che vogliamo far emergere con semplicità, dando continuità allo stile Froma»