Festa del Cinema di Roma, la quindicesima edizione e il film su Totti


E’ iniziata ieri, tra le mascherine, una delle manifestazioni culturali più importanti nella vita della Capitale, il Roma Film Festival. Giunto ormai alla sua 15ª edizione, la rassegna romana è ormai un’istituzione internazionale nel mondo del cinema, attirando molti attori e fans da tutto il mondo.

Festa del Cinema di Roma, la quindicesima edizione

Come si sa lo spirito del popolo romano è festarolo e compagnone e le brutte notizie che quest’anno ci sta riservando, non scalfiscono l’animo di Roma e dei suoi abitanti. Così, la Festa del Cinema della Capitale si farà, con le dovute misure ma si farà, memore anche della buona esperienza che il cinema internazionale ha potuto vivere qualche tempo fa a Venezia, con la Mostra internazionale d’arte cinematografica. Le precauzioni adottate dall’organizzazione non hanno scalfito però l’altissimo livello dei film e degli ospiti presenti nella capitale: da Steve Mc Queen a Francesco Totti, da Thom Yorke ai Manetti Bros, la rassegna del cinema all’ombra der cupolone si prospetta piena di appuntamenti e di celebrità e come poteva essere altrimenti nella città che perfino l’Unesco ha ribattezzato come City of film? Ma damo mpo’ de numeri di questa rassegna romana: 20 film in prima mondiale, 24 paesi rappresentati, 14 incontri con artisti nazionali e internazionali, insomma una vera e propria grande festa di cinema!

Red carpet sì…ma a distanza

A testimoniare che quella di quest’anno rimarrà comunque una grande festa è la conferma del red carpet, che probabilmente assumerà proporzioni ancora più grandi. Infatti la passerella per gli attori e artisti del cinema che saranno presenti a Roma si svolgerà nella cavea dell’Auditorium Parco della Musica, sede principale della rassegna. Gli spettatori della passerella ci saranno, ma non a fianco al tappeto rosso, bensì sugli spalti del luogo progettato da Renzo Piano. I flash dei fotografi illumineranno a giorno coloro sfileranno sul red carpet, che verranno inondati anche dagli applausi e dalle grida dei fans, che a distanza di sicurezza, potranno vedere dal vivo i loro beniamini…ma a distanza. Sicuramente per gli artisti sul red carpet non sentire al loro fianco il calore e l’affetto del pubblico sarà strano, ma noi romani sappiamo come far sentire la nostra vicinanza e più sarmo lontani più faremo caciara.

Il grande evento, Mi chiamo Francesco Totti

Infine il grande evento di questa Festa del Cinema per i romani, ma soprattutto per i romanisti, è il documentario dedicato allo storico Capitano della Roma, Francesco Totti. L’ottavo Re di Roma, verrà raccontato dalla regia di Alex Infascelli, nei sui interminabili 25 anni di carriera alla Roma e non solo, verranno proiettate immagini inedite di lui da bambino, come è anticipato nel trailer.

 

Il film verrà presentato durante il festival e subito dopo il 19, 20 e 21 ottobre sarà in tutte le sale cinematografiche d’Italia, per esser visto da romanisti e non solo, anche da amanti del calcio. Un documentario che non indagherà solo nella vita calcistica del capitano ma anche in quella privata con il racconto dei momenti più importanti quali il matrimonio con sua mogli Ilary Blasy e la nascita dei suoi figli Cristian, Chanel e Isabel.

I luoghi della Festa del Cinema di Roma

Una rassegna dunque che come in tutte le sue edizioni mescola anima pop e raffinata del cinema e che si protrarrà fino al 25 ottobre nella città capitolina. Restano aperti gli accessi al pubblico, che potrà acquistare i biglietti solo in via telematica, per tutte le sedi della Festa, che saranno:

Proiezione film

  • Auditorium parco della musica
  • Villaggio dl cinema (di fronte l’audiorium)
  • Metropolitan
  • Nuovo cinema Aquila
  • Cinema Trevi
  • Villa Medici
  • Cinema Fiamma
  • Cinema Barberini
  • Quattro Fontane
  • Casa del Cinema a Villa Borghese
  • Palazzo delle Esposizioni

Incontri

  • Terrazza Hotel Bernini
  • Greenhouse all’Auditorium
  • Spazio Cinema Hotel Majestic