Termina la Serie A, che campionato è stato per le due romane | Roma.Com

Termina la Serie A, che campionato è stato per le due romane

Con l’ultimo turno nel weekend si è concluso il campionato di Serie A, è tempo di bilanci sulla stagione della Lazio e della Roma, obiettivi raggiunti o tanta delusione?

Come partivano ai nastri di partenza di questa Serie A la Roma e la Lazio

Si conclude la Serie A con le due romane che sono state protagoniste di un campionato in crescendo. C’erano molte aspettative nei confronti delle formazioni capitoline dopo il mercato della passata estate. La Roma aveva rinforzato la propria squadra con un bomber del calibro di Romelu Lukaku mentre la Lazio aveva rinnovato il centrocampo dopo la cessione di Milinkovic Savic e puntava a confermare l’annata precedente, chiusa al secondo posto, il miglior piazzamento della presidenza targata Claudio Lotito.

I cambi di panchina in corsa hanno fatto bene alle due squadre della Capitale

Il destino stagionale è stato simile per i club della Capitale. Dopo un girone d’andata tra alti e bassi prima José Mourinho e poi Maurizio Sarri hanno lasciato la panchina con un cambio di guida tecnica che ha sortito gli effetti sperati. La Roma era sprofondata al nono posto a metà gennaio e i Friedkin hanno preso la sofferta decisione di esonerare il portoghese, scegliendo al suo posto Daniele De Rossi, bandiera del popolo giallorosso. Il mister ha ripagato la fiducia con un filotto di risultati positivi e con un gioco nettamente migliorato. Sesto posto finale e semifinale di Europa League raggiunta.

La Lazio inaugura un nuovo ciclo con Tudor, c’è fiducia sul futuro del club

Chiude un gradino più in basso la Lazio che due mesi fa ha dovuto accettare le dimissioni di Sarri, con Igor Tudor che ha preso le redini dello spogliatoio biancoceleste. Il suo apporto si è subito notato, con alcune scelte drastiche a livello di organico e con il reintegro in squadra di Kamada, ritenuto imprescindibile ai fini tattici della trequarti. Ciro Immobile relegato a comprimario di Castellanos testimonia il coraggio di un mister con cui aprire un nuovo ciclo.

In conclusione sia per la Roma che per la Lazio il finale in crescendo lascia ben sperare nei confronti del futuro, con una campagna acquisti che dovrà essere all’altezza per proseguire il buon lavoro compiuto dai due nuovi allenatori.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI