Vicino Roma, Civitella San Paolo, borgo collinare ricco di architettura | Roma.Com

Vicino Roma, Civitella San Paolo, borgo collinare ricco di architettura

Tra le colline che circondano il Tevere sorge il borgo di Civitella San Paolo, di formazione medievale e che si è sviluppato nel corso dei secoli sotto il dominio dello Stato Pontificio

Civitella San Paolo, le sue origini e quelle del nome

Civitella San Paolo è un borgo che fa parte della città metropolitana di Roma. Sorge su un territorio denominato Collinense, tra le colline che circondano il Tevere. La sua prima attestazione storica risale alla bolla di papa Gregorio VII del 1081, in cui compare con il nome di Civitas de Colonis, pertinenza del monastero di San Paolo fuori le Mura di Roma. Il nome deriva dal termine latino civitatula, diminutivo di civitas che significa piccola città.

Civitella San Paolo, la sua storia più recente

È probabilmente uno dei siti scelti dagli abitanti di Capena dopo l’abbandono del nucleo originario sottoposto alle invasioni dei Barbari tra il IV e il V secolo d.C. Civitella San Paolo ebbe un proprio scalo fluviale in età medievale. Con la presa di Roma del 1870 e la soppressione degli enti ecclesiastici del 1873, il monastero di San Paolo manifestò un crescente disinteresse per il territorio e fu sotto il governo dell’abate Shuster che il borgo ricevette attenzioni, dal restauro del castello a quello della chiesa di San Lorenzo.

Gli edifici religiosi e i monumenti del borgo

Il castello abbaziale di Civitella San Paolo è uno tra i più interessanti esempi di architettura militare medievale della Valle del Tevere, perfettamente conservato. Il borgo ha un triplice circuito murario concentrico che corrisponde ad altrettanti fasi di ampliamento avvenute nel corso dei secoli. Troviamo poi la Porta Romana, d’accesso al paese, che risale al 1800, anno del Giubileo, realizzata in stucco e di cui è andato perduto il portone in legno a due battenti. Troviamo anche Porta Capena, costruita alla fine del XV secolo, dalla semplice veste rinascimentale con un arco di travertino e una torretta che fungeva da corpo di guardia.

Tra gli edifici religiosi spicca la chiesa cimiteriale di San Lorenzo, edificata in epoca medievale sulle rovine e con i materiali di una villa romana, a 500 metri dal centro storico. La prima menzione della chiesa risale al 1218, quando figura come appartenente all’Abbazia di San Paolo. Una nuova cappella risale al 1693, coperta da una cupola ellittica e dedicata alla Madonna del Soccorso.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI