Villa Medici Film Festival 2023, il programma della terza edizione | Roma.Com

Villa Medici Film Festival 2023, il programma della terza edizione

Torna il Villa Medici Film Festival per cinque giorni di proiezioni all’aperto, incontri con registi, un concorso internazionali di pellicole selezionate per la propria originalità e tante iniziative

Villa Medici Film Festival, il concorso internazionale

Terza edizione per il Villa Medici Film Festival, dedicato ad artisti e registi che esplorano le pratiche contemporanee dell’immagine in movimento. Film d’autore, saggi, fiction o documentari, un ricco programma che cerca di dare spazio e di premiare chi riesce a innovare le pellicole, con un articolazione in tre sezioni. Quindici film in concorso, di tutte le durate e i generi, che si distinguono per la singolarità della forma e dell’intento, le cui proiezioni avverranno durante la giornata, alla presenza dei registi, nella sala Michel Piccoli e nel Grand Salon di Villa Medici da oggi fino a domenica 17 settembre.

Villa Medici Film Festival, le masterclass e le proiezioni serali

Troviamo poi la sezione Focus che presenta film di artisti fuori concorso, masterclass e incontri che invitano a mettere in risalto personalità in grado di sperimentare nel mondo del cinema. Infine il pubblico si riunisce ogni sera nel Piazzale, davanti alla facciata storica della Villa, per proiezioni all’aperto di film recenti che includono anteprime, ma anche di classici del cinema in versione restaurata. Alla fine della settimana del festival, la giuria assegna due premi nel corso di una cerimonia di chiusura alla quale partecipano il pubblico e gli artisti: il Premio Villa Medici per il miglior film e il Premio della Giuria per un film che ha attirato l’attenzione della giuria.

Villa Medici Film Festival, la giuria dell’edizione 2023

La giuria dell’edizione 2023 è composta da tre grandi nomi del cinema e delle arti visive, a partire da Alice Diop, cineasta francese che ha vinto con il suo primo lungometraggio Saint Omer il Leone d’Oro e il Premio per l’Opera Prima alla Mostra del Cinema di Venezia dello scorso anno. Altro grande nome quello di Cyprien Gaillard, parigini trapiantato a Berlino, artista che ha esposta nei luoghi più prestigiosi del mondo, dal MoMA di New York al Mori Art Museum di Tokyo. Infine a dare il proprio giudizio sarà la storica dell’arte romana Chiara Parisi, direttrice del Centre Pompidou-Metz.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI