blank

Caricamento...

Arrivano a Roma i primi taxi volanti

foto di: Immagini prese dal web

In questi giorni all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma è in esposizione il taxi volante, un enorme drone nato per trasportare le persone, che nei prossimi anni potrebbe sostituire i taxi della Capitale.

Il traffico cittadino: un problema di ogni romano

Roma è una città unica nel suo genere ed è conosciuta in tutto il mondo per alcune sue caratteristiche, tra cui il traffico. Tutti sanno che Roma è una città frenetica, nella quale la gente viaggia senza sosta con i mezzi di trasporto e in modo particolare con le auto.

Lo spostamento su gomma però ha diversi effetti negativi sulla Capitale. Innanzitutto la inquina con lo smog e poi genera delle lunghe colonne di traffico, in modo particolare nelle ore di punta.

Ci sono infatti tre momenti della giornata in cui è impossibile avvicinarsi a Roma in auto. Al mattino, quando i bambini vanno a scuola e gli adulti al lavoro, durante la pausa pranzo, ed infine alla sera, quando tutti fanno rientro a casa. È in questi momenti che tutti noi, imbottigliati nel traffico cittadino, vorremmo usare il teletrasporto per arrivare subito a destinazione, oppure far volare la nostra auto.

Purtroppo non è ancora possibile usare il teletrasporto, a meno che non si abbiano dei poteri soprannaturali o ci si trovi all’interno di un film o cartone di fantascienza. Ancora poi non è possibile prendere la macchina e spiccare il volo ma è possibile prendere un taxi volante.

Un’invenzione geniale

Chi non ha mai sognato un giorno di prendere un taxi e di volare. Sembra surreale eppure qualcuno ha inventato i primi taxi volanti o meglio, i primi droni volanti. All’aeroporto di Fiumicino in questi giorni sono stati presentati i “VoloCity” dei taxi che potrebbero spostare la gente per la città volando.

Certo farebbero una bella concorrenza ai taxi pubblici, che già lottano ogni giorno contro le aziende private. Immaginate però di poter volare sopra la città a bordo di un taxi. Sarebbe davvero un sogno. Anziché passare almeno mezz’ora nel traffico si arriverebbe alla propria destinazione in pochi minuti. L’invenzione poi sarebbe una manna per i ritardatari che ogni giorno lottano contro il tempo.

Al momento il taxi volante potrebbe ospitare solamente due persone, il pilota e il cliente, e un giro costerebbe sui 140 euro. Si sta progettando però un taxi drone che possa contenere anche sei persone. Si pensa poi che nei prossimi 2 o 3 anni il taxi volante possa essere pronto per poter compiere i suoi giri e volare sul cielo della Capitale.

Il droe che ti cambia la vita

In questi ultimi giorni l’aeroporto di Fiumicino pullula di turisti, che ne approfittano del lungo ponte del primo novembre per partire in vacanza e per osservare il primo tipo di drone taxi. Questo verrà presentato nella struttura fino al 30 ottobre, ma poi verrà spostato in Piazza San Silvestro dal 2 al 4 novembre.

Per i curiosi sarà quindi una grande occasione per poter osservare l’invenzione che potrebbe cambiare ancora di più le loro vite, perchè il drone in sè, in parte, già lo sta facendo.

I cieli di Roma e del mondo sono sempre più invasi da questi piccoli bracci meccanici volanti, che ogni giorno si sviluppano aumentando le proprie funzioni. Inizialmente abbiamo conosciuto il drone come un elicottero in miniatura che volando, grazie ad una piccola telecamera, riesce a realizzare delle fotografie o dei video di tutto quello che lo circonda. Di recente poi sono stati costruiti dei droni che si occupano di prendere dei piccoli oggetti e di trasportarli da qualche parte.

Nel futuro invece vedremo un drone che funziona totalmente ad elettricità e che sposta le persone da un punto ad un altro. Chissà magari un giorno il drone potrà sostituire anche le automobili in sè, eliminando il traffico cittadino e lo smog.