La Fontana dell'Adriatico, simbolo dell'Italia nel complesso del Vittoriano | Roma.Com

La Fontana dell’Adriatico, simbolo dell’Italia nel complesso del Vittoriano

La Fontana dell’Adriatico fa parte del complesso monumentale del Vittoriano, ecco la sua storia e il perché della sua realizzazione

La Fontana dell’Adriatico, immagine del nostro Paese all’interno dell’Altare della Patria

La Fontana dell’Adriatico è una delle due fontane perfettamente simmetriche, che sono addossate al monumento a Vittorio Emanuele II, ai due lati della grande scala centrale. Le fontane furono realizzate a scopo puramente decorativo e secondo quel gusto della monumentalità che ha ispirato tutto il complesso nel tentativo immagini che rimandano al nostro Paese. Troviamo, infatti, anche i bassorilievi del Lavoro e dell’Amore per la Patria e le statue delle Regioni.

L’Adriatico e il Tirreno, i due mari principali che bagnano l’Italia

Progettata da Emilio Quadrelli che collaborò con Sacconi, progettista dell’Altare della Patria, nel completamento del monumento agli inizi del XX secolo. Le due fontane rappresentano i due mari Adriatico e Tirreno e la loro struttura è identica. Le due statue sono sorrette da un basamento a più piani che termina con una vasca semicircolare. L’Adriatico è una figura sdraiata, in atteggiamento pensoso, che con la mano destra si sorregge la testa, mentre con la sinistra accarezza un leone. La testa è coperta da una conchiglia che in parte raccoglie la capigliatura riccia.

L’Altare della Patria, monumento che simboleggia l’Unità d’Italia

Da un punto di vista architettonico l’Altare della Patria è stato ideato come una sorta di foro della modernità, con scalinate a unire una piazza centrale costruita su tre livelli che sono a loro volta sovrastati da un colonnato porticato. Negli anni è divenuto un tempio laico che simboleggia l’Unità d’Italia. I motivi per cui è il monumento che meglio celebra la libertà e gli ideali patriottici sono molteplici. Innanzitutto è dedicato a Vittorio Emanuele II, ultimo Re d’Italia. Dal 1921 custodisce le spoglie del Milite Ignoto, a testimoniare i sacrifici in termini di vite umane del popolo italiano durante la Prima Guerra Mondiale. Nel giugno 2007 è stata allestita, nella parte retrostante del monumento, una terrazza da cui si può godere un panorama ampio della città ed è raggiungibile con un ascensore o percorrendo gli scalini che partono dal colonnato.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI