La Formula E arriva a Roma e l’EUR si trasforma in un circuito, come ci si muove in auto? | Roma.Com

La Formula E arriva a Roma e l’EUR si trasforma in un circuito, come ci si muove in auto?

La terza edizione del Gran Premio di Formula E di Roma si disputerà il 10 e l’11 aprile con il tracciato che si snoderà, come ormai da tradizione, tra le vie del quartiere EUR della capitale.

La Formula E a Roma

È da tre anni ormai che la Capitale ospita quest’evento spettacolare, che vede disputarsi nel cuore di uno dei suoi quartiere più rappresentativi una sfida all’ultimo motore. Il Gran Premio della Formula E di Roma, giunto quest’anno alla terza edizione, è infatti ormai un avvenimento atteso dai romani, che hanno cominciato a conoscere meglio questa disciplina automobilistica. Le super auto che si scontreranno, tra le vie del mitico quartiere dell’EUR, saranno spinte da motore elettrico, che non si fa così tanto intimidire come penseremmo, dai suoi fratelli maggiori che disputano gare di Formula 1. Quest’anno inoltre le gare disputate a Roma saranno due, infatti le modalità delle corse sono cambiate e non vedranno più un’unica gara nella domenica, ma due round nelle giornate finali del weekend, 10 e 11 aprile. All’interno di questa competizione infatti oltre a piloti giovanissimi e talentuosi sono presenti anche ex piloti di Formula 1 come Jean-Éric Vergne sulla sua DS Techeetah, Sébastien Buemi che guida una Nissan E.Dams e infine Lucas Di Grassi al volante della Audi Sport ABT Schaeffler; in questa categoria nelle passate due stagioni ha corso con la Venturi Grand Prix anche Felipe Massa, ex pilota della Ferrari. Quella di Roma sarà la seconda tappa del cammino mondiale, iniziato a fine febbraio in Arabia Saudita e che ha visto trionfare nel primo Round il pilota olandese Nick De Vries sulla Mercedes-Eq Formula E Team, mentre nel secondo il britannico Sam Bird sulla sua Jaguar Racing.

Le scorse edizioni

Nelle scorse edizioni del 2018 e 2019 invece, a vincere il Gran Premio di Formula E di Roma furono durante la prima corsa in assoluto l’inglese Sam Bird, che allora correva con la DS Virgin Racing, mentre nell’ultima edizione il neozelandese Mitch Evans, sulla Panasonic Jaguar Racing, ha messo le sue ruote davanti a tutti.  Purtroppo nessun italiano corre tra i piloti della Formula E, per cui nessun corridore può puntare a vincere il Gran Premio di casa.

Il nuovo circuito dell’EUR

Il tracciato di questo Gran Premio è di gran lunga il più lungo di tutta la stagione di Formula E. Infatti la pista che si sonda tra le vie del quartiere EUR misura 3 km e 380 metri, per un totale di 19 curve. Rispetto alle edizioni precedenti il tracciato è stato cambiato come riferisce l’assessore allo sport ed alle politiche giovanili del Comune di Roma, Daniele Frongia:

“Un nuovo tracciato che quest’anno girerà intorno ad un altro simbolo del quartiere Eur, il Palazzo della Civiltà Italiana noto come Colosseo Quadrato, e che mantiene il caratteristico saliscendi, uno degli aspetti più amati dai piloti che si sfidano nella nostra città, testimonia la costante ricerca di miglioramenti di performances con un’attenzione a minimizzare quanto più possibile l’impatto sulla mobilità cittadina”.

Oltre a girare intorno al Colosseo Quadrato, le super automobili elettriche sfioreranno il Palazzo dei Congressi per avere infine il traguardo nella zona dell’obelisco dedicato a Guglielmo Marconi.

Le modifiche alla viabilità di Roma

Tasto dolente di tutto l’evento saranno le modifiche che dovrà subire la mobilità di Roma, soprattutto nel quadrante sud della città. Da giovedì 8 alle 20.30 fino alle 5.30 del 12 aprile infatti via Cristoforo Colombo sarà chiusa tra viale Europa e via delle Tre Fontane. Anche il perimetro verde sarà chiuso al traffico veicolare, mentre l’anello pedonale sarà disponibile solo per chi è in possesso del pass o dell’accredito per la gara, dalle 5.30 alle 20.30 di sabato 10 aprile. Tutto il traffico dunque in direzione GRA che confluiva su via Colombo, Laurentina e Oceano Atlantico, sarà deviato su via Laurentina. Le linee utilizzabili per i bus invece sono le seguenti: 30, 714, su Val Fiorita/Egeo/Primati Sportivi/Tupini/Europa/Colombo o le linee 170, 791, nMB, nME su Laurentina/Tre Fontane/Artigianato/Arte/Europa/Colombo. Verso il centro invece, per il traffico automobilistico, le rampe dell’uscita 26 resteranno chiuse il 9 aprile.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI