Roma è la prima città d'Italia ad avere aule studio aperte anche la sera | Roma.Com

Roma è la prima città d’Italia ad avere aule studio aperte anche la sera

Nasce la rete di aule studio aperte anche la sera e nei giorni festivi, la decisione della giunta romana per consentire agli studenti di avere luoghi confortevoli dove poter preparare gli esami

Da cosa nasce questo innovativo progetto del Comune di Roma

La giunta del Comune di Roma ha approvata una delibera con cui istituisce, prima città in assoluto in Italia, una rete di aule studio all’interno del proprio sistema bibliotecario, accessibili anche nelle ore serali e nei giorni festivi, per garantire a studenti e non solo, la possibilità di avere a disposizioni luoghi attrezzati per leggere, preparare esami e acculturarsi. Una riforma che nasce per rispondere alle esigenze delle migliaia di studenti che risiedono nella Capitale, necessità venuta alla luce in particolar modo dopo la fine della pandemia quando l’inadeguatezza dei servizi dedicati ai bisogni dei giovani si è fatta evidente.

La scelta dei luoghi e le funzioni svolte

Saranno utilizzati per questo scopo spazi civici non legati alla necessità di consultare opere librarie in deposito e dove la cittadinanza, e in particolare i giovani, potrà accedere, con orari più estesi di quanto non avvenga con le sale lettura bibliotecarie, anche come spazio di aggregazione sociale. A rendere possibile questo anche la sinergia e la collaborazione con soggetti terzi. Luoghi iconici della città con l’ottica di valorizzare il patrimonio culturale immenso di Roma ma presenti anche nelle zone più periferiche.

Non solo il centro ma anche la periferia coinvolta

Il caro affitti colpisce gli studenti che spesso nelle loro modeste abitazioni non hanno spazi sufficienti per studiare al meglio e che troveranno nelle aule studio il luogo adatto per le loro esigenze. Una riforma strutturale del comparto bibliotecario cittadino che si inserisce all’interno dei progetti del Pnrr che porteranno alla realizzazione di altre dieci librerie in periferia. La prima aula studio ad essere aperta è nel Municipio XV. Gli spazi sotto la diretta gestione del Comune saranno al Mercato Trionfale, a Tor Pignattara nell’ex aula consiliare del Municipio V, nel Centro Giovani del Municipio I a Trastevere, all’interno del Palazzo delle Esposizioni, nella Pelanda al Mattatoio e nel Macro a Palazzo Braschi.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI