blank

Caricamento...

Una partita ad un gioco da tavolo è l'ideale per chiudere in bellezza un pranzo di Natale

foto di: Immagini prese dal web

Il Natale è arrivato e le tavole sono state apparecchiate in occasione del grande pranzo. Ma come concludere un buon pasto natalizio se non con un bel gioco da tavolo?

I giochi da tavolo ai tempi dell’antica Roma

Le feste di Natale sono un momento felice durante il quale le famiglie e gli amici si riuniscono. Spesso si ritrovano quindi davanti ad un grande banchetto pieno di ottimo cibo e bevande che termina poi con un bel digestivo ed un gioco da tavolo. È durante le feste di Natale che nascono le più belle partite di Monopoly, scacchi, che spesso terminano con una risata oppure una litigata, se c’è molta competizione.

Anche nell’antica Roma esistevano i giochi da tavolo che erano molto apprezzati dai romani. In latino venivano chiamati “Ludus latrunculorum” ed erano degli antenati degli scacchi. Si giocava su una scacchiera in legno nella quale si posizionavano delle pedine chiamate “calculi”. A volte si usava addirittura il marmo come tavola. Come pedine invece si utilizzava il vetro oppure l’osso.

Altri giochi amati dai romani erano i dadi. Questi si ricavavano con le ossa degli animali ed ogni occasione era buona per poterci giocare. Si racconta ad esempio dell’Imperatore Claudio che durante i suoi lunghi viaggi portava sempre dietro un tavoliere con i dadi per poterlo usare durante i momenti di pausa.

Vi era infine un altro gioco chiamato “Ludus duodecim scriptorum”, una specie di dama fatta su una grande scacchiera di trentasei caselle e tante pedine che si spostavano in base al numero che usciva dal lancio dei dadi.

Il Monopoly, il gioco da tavolo preferito

Con il tempo anche i giochi da tavolo hanno subito dei cambiamenti, un pò come tutte le cose. Oggi nei negozi se ne possono trovare di ogni tipo anche se i più amati restano i classici, che sono sempre presenti durante le feste di Natale. Tra i giochi immancabili c’è quindi il Monopoly che tra tutti è considerato uno dei più divertenti. Con le sue carte e le sue finte banconote riesce a coinvolgere tutta la famiglia in delle partite che possono durare minuti oppure ore, tutto dipende dalla sorte.

Anche il Risiko si aggiunge alla lista dei giochi amati da tutti durante il Natale. Anche in questo caso una partita può durare alcune ore poichè si tratta di un gioco di strategia che richiede molta concentrazione, ma al tempo stesso il divertimento è assicurato. In famiglia sono invece garantite le risate con il Taboo, il gioco delle parole proibite. Per vincere una partita serve tanto ingegno, un pizzico di fortuna e un buon vocabolario, ma è davvero divertente giocarci.

Il gioco dell’oca, un classico per tutte le età

La cosa bella dei giochi da tavolo è che questi possono essere adatti a tutti, sia ai grandi che ai più piccini. Anche loro hanno i propri giochi da tavolo che sono davvero divertenti ed in grado di stimolare le menti. Tra questi c’è per esempio l’Indovina Chi, un gioco educativo che insegna a distinguere le caratteristiche fisiche dei personaggi. Un altro simpaticissimo gioco è poi l’Allegro Chirurgo ed è perfetto per i bambini. Armati di pinze dovranno estrarre dal corpo del paziente alcuni oggettini senza far accendere il grande nasone rosso. Infine c’è il Gioco dell’oca, un classico senza tramonto in grado di divertire grandi e piccoli. Consiste nel far compiere alla pedina un percorso la cui sorte è stabilita da alcuni dati. Qui è la fortuna a decretare il vincitore.