Fabrizio Moro, il cantautore ribelle che canta di vita e sentimenti | Roma.Com

Fabrizio Moro, il cantautore ribelle che canta di vita e sentimenti

Le più belle canzoni di Fabrizio Moro, cantautore romano in grado di emozionare con ballate intrise di sentimenti e di colpire l’ascoltatore con pezzi dal forte connotato sociale

Fabrizio Moro, una lunga carriera, il peso della gavetta

Fabrizio Moro è tra i principali cantautori della nuova generazione nata artisticamente all’inizio del millennio. Originario di San Basilio, non ha mai nascosto di avere avuto un’adolescente difficile e di essere riuscito a uscire dalle difficoltà grazie alla musica. La sua carriera è stata una costante altalena di alti e bassi, fino alla consacrazione avvenuta negli ultimi anni. Una lunga gavetta iniziata al Festival di Sanremo 2000 con una partecipazione tra le Nuove Proposte passata in sordina, esito opposto a quella del 2007 dove con Pensa ottiene la vittoria, ottenendo pure riconoscimenti importanti per il valore letterario e il significato sociale del pezzo, un inno contro la mafia.

Fabrizio Moro, dalla rabbia sociale a Portami via

I tre anni successivi lo vedono conquistarsi una importante fetta di pubblico, con un podio l’anno successivo sempre alla kermesse ligure, con tour sold out e canzoni che diventano subito generazionali. A caratterizzare la produzione dei suoi primi dischi un’impronta rock degli arrangiamenti, testi crudi e diretti che raccontano storie di vita e con ficcanti critiche sociali che finiranno per metterlo ai margini dell’attenzione mediatica in quanto ritenuto scomodo. La forte tenacia che l’ha sempre caratterizzato non lo fa demordere né scendere a compromessi, continuano i concerti e i dischi con una fan base che non l’abbandonerà mai. Torna in televisione come maestro alla scuola di Amici, trampolino di lancio per tornare al Festival con la commovente Portami via e la vittoria l’anno successivo insieme all’amico e collega Ermal Meta.

Fabrizio Moro e le ballate sentimentali degli ultimi anni

Non rinunciando a porre il proprio occhio al mondo che lo circonda, il diventare padre e la crescita personale che ha avuto fa sì che la sua poetica si sposti sempre più sui sentimenti tanto che adesso il suo repertorio si sta specializzando in ballate commoventi, come il suo ultimo singolo Tutta la voglia di vivere, il cui video è girato in un carcere minorile raccontando anche l’amore tra due donne, o L’eternità, tra i suoi brani più amati e inciso nuovamente con Ultimo. Non solo sentimenti ma esistenzialismo, come nelle emozionanti Un’altra vita e Acqua, con frasi che pesano come macigni e toccano il cuore.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI