Al Testaccio il ristorante che omaggia le ricette delle nonne romane | Roma.Com

Al Testaccio il ristorante che omaggia le ricette delle nonne romane

Nel rione Testaccio si trova il ristorante Jole – In cucina con amore, con una
proposta culinaria che omaggia le nonne della Capitale: ricette caserecce che rispettano la
tradizione dei piatti tipici, da gustare in un’atmosfera intima e familiare

I tratti tipici di questa trattoria nel cuore di Roma

Il ristorante Jole – in cucina con amore, in piazza Orazio Giustiniani, nel quartiere Testaccio, propone una cucina della tradizione romana. Il giovane titolare Luca De Medio ha trasformato i ricordi a tavola in un menù caratterizzato da piatti genuini e dal sapore verace, fedeli alle ricette cittadine, all’insegna della semplicità. Un locale rinnovato nello stile e negli arredi, mantiene intatta l’atmosfera da trattoria con un tocco di leggerezza, apprezzato dalla fedele clientela e dai turisti che si imbattono in questo scorcio cittadino.

Il costo accessibile, i drink di benvenuto e il piatto che consigliamo di provare

Il filo conduttore della proposta culinaria è la romanità e il seguire delle stagioni, senza rinunciare a piatti delle altre regioni. Impareggiabili i ravioli, con pasta all’uovo fatta in casa e tirata a mano, ripieni di coda alla vaccinara. Valore aggiunto l’onestà del conto, accessibile a tutte le tasche. Con un prezzo medio di 25 euro a persona, bevande escluse, è possibile ordinare un pasto completo. Originale la formula del pre-antipasto con l’abbinamento di cinque drink serviti in un bicchiere vintage.

Gli orari di apertura e l’atmosfera che si respira in questo locale

Un’atmosfera informale di fronte a piatti che giocano sulle consistenze e non sulla rivisitazione. Rientra nei gesti familiari anche lo spezzare il pane con una pagnotta intera e appena sfornata servita su ogni tavola. Una ricca carta di vini con circa 25 etichette da poter scegliere. Il ristorante è aperto tutti i giorni a cena, accoglie i suoi ospiti anche per il classico pranzo domenicale, mentre dal lunedì al venerdì si adotta la formula del light lunch.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI