"Mozzichi", il tempio dei sapori buoni ma dimenticati | Roma.Com

“Mozzichi”, il tempio dei sapori buoni ma dimenticati

Propone dei piatti così buoni che lasciano capire che la vita è troppo breve per potersene privare, perchè è appunto “un mozzico”. Li hai mai provati? Sono veramente gustosi!

Il ristorante dei sapori dimenticati

È stato inaugurato con la convinzione che la vita sia “un mozzico” e quindi troppo breve per potersi privare di alcuni sapori, di conseguenza si è proposto di portare ai tavoli i piatti più gustosi della tradizione romana e soprattutto i più dimenticati. Si è posto quindi l’obiettivo di “riportare in vita” le pietanze che un tempo facevano da protagonista nelle tavole di una casa, ma che poi sono state dimenticate e accantonate.

Chi va da “Mozzichi” non deve quindi aspettarsi i classici piatti che si trovano nelle osterie, bensì qualcosa di più ricercato, ma comunque sia davvero saporito.

Dai primi piatti, ai secondi, ai mozzichi romani

Sono davvero tante le proposte culinarie che sono inserite nel menù di “Mozzichi”. La maggior parte di queste sono piatti che negli anni sono finiti nel dimenticatoio, ma che hanno dei sapori così intensi che è impossibile resistergli.

Tra questi ci sono i tonnarelli alla botticella, che vengono preparati con un sugo che è una fusione sia dell’amatriciana che della carbonara. Praticamente una bomba di sapori. Sono poi presenti gli spaghetti all’ubriacona, che vengono invece sfumati con il vino e i piciarelli alla romana.

Non mancano poi i secondi piatti, come la guancia di bovino brasata e la coda alla vaccinara e neppure i mozzichi alla romana, ovvero i fritti. Questi ultimi sono delle vere sfiziosità da gustare di boccone in boccone, perfette per poter inaugurare un pasto colmo di tradizione e di sapori.

Nel cuore del quartiere vivo di Roma

Per poter assaggiare la cucina di “Mozzichi”, bisogna dirigersi nel cuore del quartiere più vivo di tutta Roma, ovvero Trastevere. Il ristorante si trova in Vicolo del Cinque, accanto al frequentatissimo “Caramella“, al “Trapizzino” e a molti altri ristoranti del posto, che ogni giorno riempiono la zona di gente e la inondano con i suoi sapori.

È veramente il luogo giusto in cui concedersi infatti un buon pranzo oppure una cena a contatto con la tradizione e il buon cibo, dato che questo angolo di Roma viene spesso definita come il cuore della “romanità”. Non c’è zona migliore in cui andare se si vuole infatti assaporare un po’ di tradizione!

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI