Alla galleria d’arte moderna i fratelli Miaz si confrontano con i maestri dell’arte novecentesca | Roma.Com

Alla galleria d’arte moderna i fratelli Miaz si confrontano con i maestri dell’arte novecentesca

Prende vita alla Galleria d’arte moderna di Roma ed è una mostra davvero unica nel suo genere. Ospita i dipinti di due pittori contemporanei, che nel rispetto del loro stile hanno reinterpretato le opere dei maestri del ‘900 presenti in galleria. Per il visitatore sarà davvero intrigante riconoscere i dipinti che sono andati a reinterpretare!

Non solo un omaggio ai grandi maestri, ma molto di più

S’intitola “Reality: Optional” ed è una mostra che nasce sia per omaggiare i più grandi maestri dell’arte del ‘900, che per regalare a chi vi fa visita, un’esperienza straordinaria, quasi unica nel suo genere, spronandolo attraverso una serie di dipinti, ad andare oltre ciò che vede.

Chi soprattutto apprezza l’arte moderna, non può quindi perdersela, ma può considerare l’esposizione come un’occasione di vedere alcuni dipinti, che a oggi sono ritenuti dei classici dell’arte, confrontati con delle opere a loro simili, ma allo stesso tempo completamente diverse! Tutto questo alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna o meglio, al “Gnam”.

Un invito ad andare oltre la percezione delle cose

I protagonisti di “Reality: Optional” sono quindi sia i dipinti dei grandi artisti moderni, come Giacomo Balla, Renato Guttuso, Filippo De Pisis, che le opere di due artisti contemporanei, ovvero i Miaz Brothers, le quali si confrontano con questi giganti dell’arte, dando una reinterpretazione personale dei loro disegni.

La mostra però non è solamente un omaggio a questi pittori, ma anche un modo di spronare lo spettatore a non limitarsi a osservare i dipinti presenti nell’esposizione, ma ad andare oltre. Le opere dei Miaz Brothers non sono quindi delle riproduzioni fedeli dei quadri originali, ma dei disegni con i soggetti messi per esempio fuori fuoco oppure deformati, che spingono appunto l’osservatore ad andare oltre e a riconoscere l’opera originale che si nasconde dietro quella modificata o messa fuori fuoco.

Fino al 26 maggio

Sono ben sessanta le tele che vengono mostrate all’interno di “Reality: Optional”. Sono raccolte in quattro sezioni, ognuna delle quali espone un gruppo di opere che sono legate da un tema comune.

Durante la mostra l’osservatore può quindi accedere all’area “Old Masters“, alla “Fake Duets“, alla “Blurred Personalities” e alla “Trend Experiments” e osservare così i capolavori del 1900, confrontati con i disegni dei Miaz Brothers.

Tutto questo è disponibile alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna fino al 26 maggio, il giorno in cui si concluderà la mostra. Andarci può essere un’ottima occasione di poter vivere un’incredibile esperienza a contatto con l’arte e ritagliarsi un momento completamente diverso dal solito, ma anche molto intenso.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI