"Briganti eleganti", una mostra che approfondisce la figura dell'affascinante precursore della moda | Roma.Com

“Briganti eleganti”, una mostra che approfondisce la figura dell’affascinante precursore della moda

Al MAXXI è stata allestita “Briganti eleganti”, una mostra che analizza l’abbigliamento del brigante, una figura che nel corso dei secoli ha avuto un ruolo molto importante sia nella storia che soprattutto nel mondo della moda. 

Un’esposizione di moda al MAXXI

Il MAXXI è una struttura museale che da anni fa da scenografia alle esposizioni d’arte e normalmente prevede la messa in mostra di tele, di sculture oppure di modellini, in pratica di oggetti che comunemente si trovano nei musei.

Da qualche tempo però sta facendo da contenitore anche a “Briganti eleganti“, ovvero a una mostra di moda, che non fa vedere al visitatore dei quadri oppure delle sculture, ma dei manichini, che con i tessuti che li rivestono analizzano il brigante, una figura che nel corso dei secoli ha giocato un importante ruolo sia nella storia che nel mondo della moda. Chiunque può vederla fino al 26 maggio pagando il biglietto d’ingresso al museo, che non solo gli permetterà di osservare questo particolare percorso espositivo, ma anche il resto del museo.

Non solo un’importante figura storica, ma anche il precursore della moda

Il brigante è un personaggio che con i furti e le aggressioni, ha scritto una pagina importante della storia. Allo stesso tempo, è stato anche una figura significativa nel mondo della moda. Nel corso dei secoli, ha creato uno stile unico a livello di vestiario e tutto questo combinando gli abiti tradizionali tipici della sua terra d’origine con i tesori saccheggiati.

Per questa ragione oggi viene analizzata a fondo in “Briganti eleganti”, che attraverso una serie di manichini e delle documentazioni, mostra l’evoluzione stilistica del brigante nel corso dei secoli.

Una mostra nata da diverse collaborazioni

Chiunque può assistere all’esposizione recandosi al MAXXI, la struttura museale romana nella quale prende vita questa mostra davvero unica nel suo genere e che ha come ideatori Stefano Dominella e Guillermo Mariotto.

Nonostante questa prenda vita a Roma, si potrebbe dire però che buona parte dell’Italia ha contribuito alla sua realizzazione.

I look presenti nei manichini arrivano infatti sia dal Museo delle Civiltà di Roma che dalle case di moda d’Italia, mentre le documentazioni che raccontano la figura del brigante, provengono invece dalla Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma, dall’Archivio storico del Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” dell’Università di Torino e dal Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino di Palermo.

Vale davvero la pena perdersi nelle sale del MAXXI e osservare l’evoluzione del brigante, una figura tanto negativa nella storia quanto essenziale nel mondo della moda.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI