"Escher" un'inedita mostra su un maestro della pittura | Roma.Com

“Escher” un’inedita mostra su un maestro della pittura

Non è soltanto un’occasione per poter osservare i suoi più grandi capolavori, ma anche quella di poter vedere qualcosa di nuovo, che finora non è mai stato esposto. Sei pronto a vederlo alla mostra di Escher?

In occasione dei 100 anni dal suo viaggio a Roma

È stata organizzata al Palazzo Bonaparte per celebrare i cento anni dalla sua prima visita a Roma, per cui in queste settimane chiunque potrà osservare i quadri presenti nelle sale e perdersi così nella bellezza della sua arte.

Per tutti sarà una grande occasione per poter vedere i suoi più grandi capolavori e conoscere la mente geniale che vi si nasconde dietro, ma anche per poter guardare qualcosa di nuovo. Dei quadri che fino a ora non sono mai stati messi in mostra e che chiunque potrà quindi vedere per la prima volta.

Un percorso tanto affascinante quanto inedito

Sono ben trecento le opere che vengono esposte all’interno della mostra. Tra queste non mancano la “Mano con sfera riflettente”, il “Vincolo d’unione”e il “Giorno e notte”, che sono alcuni tra i dipinti più famosi dell’artista, ma neppure dei lavori che si potrebbero definire “inediti“, dato che non sono mai stati esposti prima d’ora.

Per permettere al visitatore di conoscere meglio l’idea che si nasconde dietro ognuna delle sue opere, tutte queste sono state raggruppate e divise in otto sezioni, ognuna delle quali indica una particolare fase della vita dell’artista. Per chi le osserva sarà quindi un momento particolarmente emozionante perchè non solo gli permetterà di vedere dei veri capolavori dell’arte, ma anche di conoscere meglio l’artista e le sue idee.

In uno spazio totalmente dedicato all’arte

Tutto questo prende vita all’interno dell’elegante Palazzo Bonaparte, uno spazio totalmente dedicato all’arte, nel quale la madre di Napoleone Bonaparte, Maria Letizia Ramolino Bonaparte, ha trascorso gli ultimi anni della sua vita.

La mostra sarà disponibile fino al primo aprile del 2024. Per tutti sarà una vera gioia poter osservare questi quadri in tutta la loro bellezza.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI