"Specchi di carta" è l'emozionante mostra di Marco Rea | Roma.Com

“Specchi di carta” è l’emozionante mostra di Marco Rea

È una mostra davvero affascinante che prende vita nel “Rosso 20sette” e che si potrà vedere fino al 23 aprile. “Specchi di carta” è l’esposizione di Marco Rea dedicata ai ritratti, che sono un insieme di linee in grado di ricreare i volti  e le emozioni.

Gli specchi delle anime

È davvero affascinante la mostra che in questi giorni sta prendendo vita nella galleria d’arte “Rosso20sette” e alla quale si potrà assistere fino al 23 aprile.

Specchi di carta” è l’esposizione dei quadri di Marco Rea, che appartengono al progetto “Grovigli”. Tutti rappresentano dei ritratti femminili davvero particolari, che sono costituiti da un insieme di linee tra loro aggrovigliate.

Se si osservano singolarmente sembra che non abbiano alcun senso, ma se si guardano nel loro insieme possono dare vita a dei bellissimi ed emozionanti volti.

Questi sono lo specchio delle anime dei personaggi e con le loro emozioni riescono a colpire l’osservatore. Chi vede un ritratto spesso rimane incuriosito, a volte perplesso e cerca di scoprire la storia del personaggio rappresentato e il perché delle sue espressioni. Spesso infatti rimane per alcuni minuti immobile a guardare il quadro e viaggia con la mente cercando di capirlo. È davvero impressionante il potere che un quadro può avere sulla psiche delle persone.

Un artista geniale

È un appassionato dei fumetti e dei graffiti ed è l’ideatore di questi fantastici ritratti. Marco Rea è l’artista protagonista della mostra “Specchi di carta” e uno degli esponenti più importanti della street art.

Da qualche anno a oggi mostra i suoi quadri in tutto il mondo, arrivando perfino in Giappone e organizza dei laboratori nelle scuole che avvicina i bambini al mondo della street art.

È un artista davvero geniale che con i suoi progetti “De Brand” e “Grovigli” ha regalato molte emozioni, diventando così uno degli artisti più apprezzati sul suolo romano.

Con “De Brand” l’artista si divertiva a realizzare dei dipinti sui manifesti pubblicitari, ora con “Grovigli” cerca di studiare il volto femminile e di realizzare dei ritratti davvero affascinanti.

Quest’ultima idea nasce durante il lockdown. In questo periodo l’artista voleva realizzare dei ritratti femminili, che riescono a nascondere molte emozioni, con pochi e semplici oggetti, come l’inchiostro, la carta e infine l’amuchina.

La vetrina della street art

A fare da scenografia a questa fantastica mostra c’è la galleria d’arte “Rosso20sette”. Si tratta di un importante spazio espositivo dedicato alla street art che si trova nella zona di Largo Torre Argentina.

È una vetrina fondamentale per i piccoli artisti dell’arte street, che possono mostrare i loro dipinti e farsi conoscere al tempo stesso al pubblico.

In questi giorni sarà quindi la cornice della mostra di Marco Rea, un’esposizione davvero emozionante da non perdere.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI