Auguri a Carlo Delle Piane, il caratteristico volto del cinema italiano | Roma.Com

Auguri a Carlo Delle Piane, il caratteristico volto del cinema italiano

Tra gli attori più noti del neorealismo italiano vi è sicuramente Carlo Delle Piane, un artista dal talento eccezionale che ha dedicato tutta la sua vita al mondo del cinema e del teatro. Vi ricordate i suoi film? Quali sono i vostri preferiti?

Un artista precoce dal talento straordinario

È davvero difficile non averne mai sentito parlare o non averlo riconosciuto all’interno di qualche film. Carlo Delle Piane è stato uno dei volti più caratteristici del cinema italiano che ha dedicato tutta la sua vita alla recitazione, la sua più grande passione.

La sua carriera da attore ha infatti inizio solamente all’età di 12 anni, all’interno del film “Cuore”, nel quale compariva tra i personaggi anche il celebre Vittorio De Sica. Non credeva che la sua vita sarebbe stata successivamente dedicata al cinema. Qualche tempo dopo il suo volto era infatti iniziato a comparire in diversi film come “Domani è un altro giorno” e “Guardie e Ladri”, nel quale recitava anche Totò. Il suo talento era grandioso e lo aveva portato a recitare ovunque, persino al fianco di Alberto Sordi in “Un americano a Roma” e nel cast del “Rugantino” insieme ad Aldo Fabrizi. L’esperienza del teatro gli aveva infatti permesso di viaggiare anche oltreoceano, in una tournèe tra Toronto e Broadway.

Per diversi anni aveva recitato nel mondo del cinema e del teatro in qualità di attore comico ma a partire da 1973 inizia a mostrarsi come un grande attore nei film drammatici, in modo particolare nelle pellicole “Tutti defunti tranne i morti” e “Regalo di Natale”.

Nel 1997 intraprende anche la carriera di regista, dirigendo ed interpretanto il film “Ti amo Maria”  che però purtroppo non si rivela di successo. Uno dei suoi più grandi desideri sarebbe stato quello di dirigere un secondo film ma purtroppo la sorte non era stata dalla sua parte.

Una passione nata per caso

Carlo Delle Piane è stato un uomo che ha dedicato tutta la sua vita al mondo del cinema, ma che ha imparato ad apprezzare solamente diversi anni dopo l’inizio della sua carriera. Inizialmente infatti aveva scelto di recitare nel film “Cuore” solamente perchè credeva che quell’occasione che gli era capitata era irripetibile. Si limitava quindi a dire le sue battute sul set per poi ritirarsi a giocare insieme agli altri bambini. Non aveva ancora capito quanto quel mondo sarebbe stato poi importante per lui. Solamente qualche anno dopo aveva infatti iniziato a vivere il cinema con maggiore serietà e passione, riuscendo ad entrare alla perfezione nei panni di chi interpretava, con una precisione maniacale.

Un’amicizia nata sul set

Carlo Delle Piane è stato poi un artista che ha vissuto la maggior parte della sua vita a Roma, una città nella quale si è trovato molte volte a recitare. Era uno degli esponenti del cinema neorealista, che non aveva dei set costruiti ma che utilizzava come scenografia la città in cui si girava il film. Era poi affezionato al romanesco, un dialetto che utilizzava come intercalare che rendev l’attore davvero unico.

Speciale poi era il rapporto che aveva con Aldo Fabrizi, un’icona di Roma al quale il giovane Delle Piane ha dovuto molto. È stato proprio Aldo Fabrizi ad avergli fatto da guida nel mondo del cinema. Con l’attore aveva poi partecipato alla lunga tournèe del Rugantino ed aveva recitato in diversi film.

Erano molto amici e si ritrovavano spesso a condividere dei ricchi pasti a base dei piatti della tradizione romana. Insieme infatti andavano spesso nella grande cucina della casa di Aldo Fabrizi e mangiavano grandi piatti di carbonare ed amatriciane, accompagnati da racconti di vita ed insegnamenti sul mondo del cinema.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI