blank

Caricamento...

C'era una volta Sant'Angelo, il paese delle fiabe


Quanti di voi vorrebbero vivere felici e contenti? Ora è possibile: la felicità è a pochi passi da voi. Vi basterà spostarvi di qualche km e raggiungere il paese in cui tutto diventa possibile, Sant’Angelo, il paese delle fiabe! Siete pronti a scegliere la vostra favola preferita?

Sant’Angelo, il paese col lieto fine

Chi da bambino non ha sognato ad occhi aperti una vita da favola? Vivere felici e contenti è il fine di ogni azione umana, per quanto a volte passi in secondo piano. Tuttavia, di fiabe se ne vedono sempre meno, soprattutto negli ultimi tempi. In parte, l’età adulta inibisce la fantasia: sempre troppo impegnati, troppo di corsa, troppo attenti alle difficoltà quotidiane, si perde la capacità di immaginare, di inventare, di sognare; in parte, le attuali condizioni critiche, legate al momento storico, deprimono qualsivoglia utopia. È un dato di fatto: più si cresce, più aumenta la consapevolezza delle condizioni, a discapito di quel bel mondo di castelli, principesse e di eroi, costruito da bambini. Così, la spensieratezza cede il posto alla razionalità, alle scelte, allo stress, al mondo di bollette e di impegni lavorativi improrogabili. Un barlume però resta, ed è una vocina dentro di voi, dai meandri della vostra ormai passata infanzia, che vi dice: “ao daje nun se po’ vive’ solo de ansie“. La stessa, che vi spinge a giocare quella partitella di pallone rimandata con gli amici; che vi fa credere nella magia di una porta o di un dipinto del quartiere Coppedè; la stessa che vi fa sorprendere di fronte ad un bel panorama e che, insomma, vi fa tornare un po’ bambini!

Dove si può tornare bambini

Mica ve ne sarete dimenticati?! Davvero? Allora proprio non potete perdere l’occasione di recarvi a Sant’Angelo, il paese delle fiabe! Se non riuscite più a sognare, se avete smesso di credere al bel finale, è esattamente qui che restaurerete quell’antico patto con la parte di voi che credeva ogni cosa possibile. Avete capito bene, a pochi km da Roma, nella provincia di Viterbo, resterete di nuovo incantati. Sant’Angelo era un paese fantasma, pochissimi abitati, per lo più anziani: un luogo che rischiava di sparire. Finché un giorno, come in una bella favola dal lieto fine, l’Associazione Culturale Arte e Spettacolo ha deciso di salvarlo dall’inarrestabile oblio. L’arte ha fatto il resto. La proposta? Fare della piccola frazione un vero e proprio libro di favole. E proprio dentro una favola, vi sembrerà di trovarvi: profittando di un fine settimana fuori porta, vi ritroverete a passeggiare fra le pagine di un meraviglioso racconto fatato. Tutto merito dei magici murales, dei loro colori e delle loro fantastiche storie!

I murales salvano Sant’Angelo

La prima immagine sul muro ad apparire fu Alice nel paese delle meraviglie: era il 2017, di lì le rappresentazioni cominciarono a diventare sempre più numerose. Oggi a Sant’Angelo si possono contare oltre venti murales, accompagnati da installazioni artistiche, bassorilievi, sculture e mosaici: una prelibatezza per gli occhi, ma soprattutto per l’anima. Circondato di una pace e di un silenzio, che il romano non conosce più, Sant’Angelo si presenterà alla vista esterrefatta dei suoi visitatori avvolto di uno splendore mistico. Ogni passo sarà un passo indietro a quando, curiosi, vi bastava la magia di un cartone animato, per risollevarvi il morale. Insomma, le architetture di questo sconosciuto e suggestivo paesello, da scoprire semplicemente passeggiando, saranno il portone d’ingresso alla meraviglia di quel mondo da Peter pan, che credevate di avere perso. E se ancora non vi basta, ecco chi incontrerete: Alice nel Paese delle Meraviglie; Artù e la sua spada nella roccia; il brutto anatroccolo; Pinocchio; Gli gnomi dei Grimm; l’isola che non c’è di Peter Pan; la bella addormentata nel bosco; Don Chisciotte; Mowgli e la sua Giungla e tanto tanto altro. Siete pronti a scegliere il vostro viaggio a km0?