Il ricordo di Alberto Sordi, l'interprete dell'italiano medio | Roma.Com

Il ricordo di Alberto Sordi, l’interprete dell’italiano medio

Sarebbero state ben 102 le candeline che avrebbe spento Alberto Sordi, il maestro della comicità e probabilmente uno degli attori più amati di sempre. Ma quali sono i suoi film che preferite?

L’interprete dell’italiano medio

È davvero difficile dimenticare o sempllicemente non conoscere Alberto Sordi. Ancora oggi è considerato uno degli attori più amati di sempre, nonostante siano passati diversi anni dalla sua morte.

Per anni con i suoi film ci ha regalato delle grandissime risate, mentre con la sua ironia è stato in grado di rappresentare al meglio l’italiano medio, con tutte le sue virtù ma soprattutto i vizi. Difficilmente riusciremo oggi a trovare qualcuno come lui.

Il romano “americanizzato”

Ancora oggi è inserito tra i 100 film più belli di sempre. “Un americano a Roma” è una simpatica commedia ambientata alla fine della Seconda Guerra Mondiale, che mostra la vita di un romano “americanizzato”. Il protagonista del film è infatti un uomo che vive a Roma, ma che sogna di vivere in America.

È convinto di conoscere a fondo l’America e soprattutto la lingua inglese perché in passato ha visto molti film americani. Eppure l’inglese lo conosce molto poco. La sua cadenza è romanesca, anche se arricchita da qualche parola in inglese.

Non sono poi pochi i guai che combina pur di sembrare un americano. Causa ad esempio un incidente ad un ambasciatore americano, che poi quando lo riconosce durante un suo tentato suicidio, lo pesta per bene, mandando il povero americano di Roma all’ospedale.

L’incorreggibile Alberto

È stato candidato agli Oscar per la sceneggiatura ed è un film in grado di sctenare delle grandi risate. “Vitelloni” è una divertente commedia che ha come protagonisti alcuni giovani fannulloni, che trascorrono le loro giornate a combinare guai.

Tra loro c’è anche l’incorreggibile Alberto, che viene interpretato da Alberto Sordi stesso. È un ragazzo che si rende conto di avere una vita piuttosto vuota, ma non ha il coraggio di cambiarla. Preferisce piuttosto creare il caos insieme ai suoi amici e pagarne poi le conseguenze.

Ad esempio c’è una scena del film in cui Alberto a bordo di una macchina prende in giro alcuni lavoratori. Viene però poi inseguito da questi perché la vettura ad un tratto si ferma e Alberto è costretto ad andare a piedi correndo.

Il burlone Marchese del Grillo

È davvero difficile non conoscere questo film. Ad oggi “Il Marchese del Grillo” resta uno dei film più divertenti di Alberto Sordi, con le sue memorabili battute ed i personaggi indimenticabili. Ancora una volta l’attore è il protagonista del film, ma si ritrova ad interpretare ben due personaggi: il Marchese del Grillo e il povero Carbonaio Gasperino.

Il Marchese è un uomo che passa la propria vita a compiere degli scherzi e che un giorno finisce per scambiare la propria identità con quella del carbonaio Gasperino che gli somiglia molto. Tutto questo per poter lasciare Roma e scappare a Parigi.

Una serata di gala in suo onore

Ogni anno in occasione del compleanno di Alberto Sordi, si organizzano degli eventi strardinari oppure si riproduce la sua filmografia in televisione.

Quest’anno per celebrare il suo 102esimo compleanno è stata organizzata una serata di gala all’interno della sua casa museo.

Sarà un ottimo momento per poter ricordare Alberto Sordi ma al tempo stesso sarà una serata benefica per sostenere l’Associazione Alberto Sordi, che con le sue iniziative si occupa di assistere gli anziani di Roma attrvaverso varie attività.

Sarà quindi un momento intenso, ma anche ricco di ospiti. A partecipare alla serata ci saranno infatti Neri Marcorè, Edoardo De Angelis e infine Tosca.

Condividi:

Potrebbero ineressarti anche...

Seguici sui nostri

SOCIAL UFFICIALI