Caricamento...

Gli storici Caffè di Roma

foto di: Immagini prese dal web

“Dai, magari quando torni ci prendiamo un caffè insieme!”: così cominciano tutti gli appuntamenti della vita, davanti a una tazzina fumante di caffè! Quanti di voi si incontrano così? Dandosi appuntamento al bar o al localino a du’ passi da casa, per prendersi un caffè? Ma i café storici di Roma quali sono? Noi ve ne proponiamo qualcuno. Fateci sapere se li conoscete o se ne conoscete altri, su Facebook o Instagram!

Se vedemo pe’ ‘n caffè

La bevanda nera più inflazionata al mondo, quella che fondamentalmente viene bene solo a noi italiani (e mica solo quella!), il caffè, il re del dopo pasto con schiuma o senza, lungo, corto, espresso, tutto fuorché annacquato, lui proprio lui è l’argomento che tratteremo in questo articolo. Perciò, se sei il classico lavoratore dipendente dalla caffeina, lo studente disperato in cerca di strategie per restare sveglio, o fai parte di quella cricca di degustatori che lo prendono amaro, perché così si sente se è buono davvero, sei nel posto giusto! La mattina, il pomeriggio, persino la sera il caffè è d’obbligo, sfidiamo chiunque a dire il contrario – no signori e signore del tè, non stiamo parlando con voi! -.
C’è addirittura qualcuno – vieni fuori, sappiamo che sei infiltrato fra i lettori! – che al risveglio, prima di bere caffè, non può parlare con nessuno e guai se qualcuno gli rivolge parola! Pena: quel meraviglioso linciaggio mattutino, quell’eruzione di parole sconnesse, causa di un nervosismo che si protrae per l’intera giornata.
Ma voi, di solito, dove prendete il caffè? Noi vi proponiamo qualche storico locale romano!

Antico Caffè Greco

Pieno centro storico di Roma, nella cornice dell’elegante via Condotti, celebre soprattutto per i suoi lussuosi negozi d’Alta moda, crocevia della mondanità e della cultura anni ’60-’70, vi apre le sue porte l’Antico Caffè Greco. Frequentato in ogni periodo dell’anno, non solo per il caffè, lo storico locale romano ha ospitato nel corso delle epoche, dal 1760, numerosi personaggi. Tra i più celebri, Schopenhauer, Wagner, Leopardi, Keats, Joyce, Goethe ma anche Pasolini, Moravia e chi più ne ha più ne metta! Insomma, semmai decidiate di sedere dove un tempo sedevano Baudelaire e Nietzsche, siete arrivati nel luogo giusto! Ogni parte di quelle pareti trasuda storia, parole e idee di quei grandi pensatori.

Caffè Museo Atelier Canova Tadolini

Sempre nel centro, spostandosi poco oltre, verso via del Babuino, nella zona di Roma tradizionalmente animata dalle antiche botteghe degli artisti e dove un tempo, per l’appunto, sorgeva lo studio di Canova, poi ceduto al promettente allievo Tadolini, sorge il Caffè Museo Atelier Canova Tadolini. L’antico laboratorio creativo, ormai adibito a Caffè, conta la presenza di numerose sale, tutte estremamente eleganti, ma soprattutto può vantare la presenza di un Museo con un’eccezionale raccolta di sculture.

Caffè Sant’Eustachio

A due passi dal Pantheon e da Piazza Navona invece, rinomato per il suo caffè che sembra essere uno dei più buoni di Roma, nella piazza di cui porta il nome, il Caffè Sant’Eustachio è l’antica torrefazione a legna della città dal 1938. Sebbene all’interno non sia possibile sedersi, essendo presente soltanto il lungo banco, si può degustare il loro speciale caffè sedendosi fuori. L’aspetto curioso di questo locale è che tutt’ora nessuno sa come venga fatto il caffè, perché i (più che baristi) mastri del caffè, unici custodi della pratica segreta, tengono coperti i macchinari dietro il bancone.

Caffè Palombini

Se poi volete spostarvi dal centro, nessun problema! Ubicato nella zona più moderna di Roma, la contemporanea EUR, il Caffè Palombini, a due passi dal famoso Colosseo Quadrato, vi aspetta! Fondato agli inizi degli anni ’60, lo storico Caffè è il frutto della passione e dell’innovazione di Giovanni Palombini, “il re del caffè”, fondatore dell’omonima casa produttrice. La celebre torrefazione, d’origine romana, oggi conosciuta in tutto il mondo, fa del Caffè Palombini un tradizionale punto di ritrovo, non solo per i numerosi uffici del quartiere, ma per l’intera città.